Il quartiere

Dov’è Gratosoglio

A3_servizi-anziani

Il quartiere Gratosoglio si trova nella porzione meridionale del comune di Milano, quasi al confine con il Comune di Rozzano, ed è compreso tra la via dei Missaglia (ad est) e il fiume Lambro Meridionale (ad ovest). Il quartiere è inserito nel Parco Agricolo Sud, un parco provinciale a vocazione agricola.

La zona di decentramento (o circoscrizione) cui fa riferimento Gratosoglio è la Zona 5, che ha sede in viale Tibaldi 41. (‘Zona 5 informa’).

Il quartiere è collegato con il resto della città dalle linee tranviarie 3 e 15 e dalla linea automobilistica 79 mentre la metropolitana (capolinea M2, verde) si ferma poco distante, in piazza Abbiategrasso (Azienda Trasporti Milanesi).

Cosa puoi trovare a Gratosoglio

Gratosoglio è ricco di realtà associative e servizi pubblici, se vuoi saperne di più consulta la mappa dei servizi del quartiere!

I servizi di Gratosoglio

A3_servizi gratosoglio OK-01

La storia del quartiere

L’attuale quartiere sorge nei primi anni sessanta, dove un tempo vi era il borgo rurale di Gratosoglio del Comune dei Corpi Santi annesso al Comune di Milano nel 1873. Il quartiere venne costruito su iniziativa dell’allora IACP (Istituto Autonomo Case Popolari) di Milano (l’attuale Aler) in collaborazione con il Comune di Milano, con l’intento di dare una rapida risposta al fabbisogno abitativo derivante dalla pressione migratoria di quegli anni. L’uso della prefabbricazione consentì di raggiungere l’obiettivo in tempi assai ridotti.

Gratosoglio, ideato come “quartiere satellite” e  progettato dal gruppo BBPR seguendo i precetti dell’architettura moderna (sulla scia dei Grand Ensemble francesi) è composto da 52 edifici in linea di 9 piani, 8 torri di 16 piani e da i servizi annessi all’abitare come scuole, chiese, attrezzature commerciali e per il tempo libero.  Grande importanza nell’assetto urbanistico del quartiere venne data allo spazio aperto, ancora oggi le aree verdi sono un elemento compositivo predominante e rappresentano un’importantissima risorsa.

Dalla sua progettazione, avvenuta nel 1962, il contesto circostante il quartiere è notevolmente cambiato passando da zona prevalentemente rurale ad asse urbano in costante espansione. Ganno contribuito diversi fattori tra cui: la vicinanza ad importanti snodi autostradali e tangenziali, la realizzazione del prolungamento della linea della metropolitana, la realizzazione di nuovi insediamenti residenziali e per l’insediamento di grandi centri commerciali e ricreativi.

Nota: le foto sono state raccolte con la collaborazione degli abitanti all’interno dell’iniziativa “Gratosoglio col bene che ti voglio”

 

fotografia di Vincenzo Colucci

fotografia di Vincenzo Colucci scattata nel 1976

 

fotografia di Guido Giani scattata nel 1982

fotografia di Guido Giani scattata nel 1982

 

anni '70 di sergio 2

fotografia di Sergio scattata negli anni ’70

 

fotografia di Sergio scattata negli anni '70

fotografia di Sergio scattata negli anni ’70

prima '70 vista da una torre

vista di Gratosoglio da una torre scattata nei primi anni ’70